Nel cielo dei Pub: guida incompleta ai pub di Bari per sopravvivere alla domanda “dove possiamo andare stasera?”

Ode al Pub.
Il pub è una grande invenzione. Su questo non c’è alcun dubbio. È il luogo in cui si va quando si vuole mangiare qualcosa ma non troppo o bere qualcosa e anche troppo. E poi, diciamoci la verità: ormai nei pub, in alcuni almeno, si può mangiare anche bene, molto bene e le guide Michelin se ne stanno accorgendo.
Il pub ti consente di fare molte cose, è un luogo ibrido: un po’ ristorante, un po’ bar, un po’ pizzeria, un po’ cicchetteria. Il pub accoglie tutti: nel pub ci puoi trovare il professionista e lo studente, l’aspirante premier e il cassintegrato,  il solitario malinconico e la comitiva chiassosa. Il pub, insomma, è il luogo bastardo per eccellenza e proprio questo lo consacra a luogo simbolo delle serate postmoderne perché gli dei della postmodernità, a differenza di quelli del Re Lear, parteggiano davvero per i bastardi. Continua a leggere

Annunci

Sesso, Bugie e Mini-Ritz: anatomia delle Feste Private

Le aspettative & il sogno americano.
Cos’è che ci frega sempre? Chi sono, cioè, i responsabili di buona parte delle sofferenze, dei dolori e delle delusioni presenti nella vita umana? Facile. Le aspettative. Ciò che pensi che accadrà e che invece poi non accade. I risultati che pensi di ottenere e che poi non ottieni. I film che ti fai e che poi vengono bruscamente interrotti per mancanza di budget. Andrà così, ti dici e non sai nemmeno bene per quale motivo. Solo che così non va quasi mai. Continua a leggere

Gli amici che si fidanzano

pinguini
Chi li ha visti?

Che fine fanno gli amici che si fidanzano?
La domanda, si badi bene, non è ironica né tanto meno retorica. E siccome né Mistero, né Voyager hanno mai indagato su  questo enigma (una reticenza senza dubbio sospetta) credo valga la pena di affrontare l’impresa. Con l’umiltà e la curiosità che da sempre caratterizzano questo blog.

Prima o dopo, c’è differenza.
Ci sono gli amici fidanzati. Cioè quelli che conosci direttamente accoppiati, vuoi perché hanno trovato l’amore in seconda media e sta durando, vuoi perché la famiglia li ha destinati a un matrimonio combinato quando avevano ancora pochi mesi di vita. E poi ci sono gli amici che si fidanzano. Cioè quelli che erano single come te, che hanno passato anni a uscire con te, a bere con te, a mangiare con te, a giocare con te, a viaggiare con te, ad andare a caccia di figa con te. E poi un bel giorno − per fortuna, per destino, per bravura – hanno trovato una tipa con cui condividere le settimane. E quel bel giorno sono spariti. Puff! Come in uno spettacolo di David Copperfield o del Mago Casanova. Eppure non hanno cambiato numero di telefono, non hanno cambiato residenza o domicilio, non hanno cambiato mail. E allora questi amici che si fidanzano dove sono andati a finire? Continua a leggere

Come (non) eravamo: il luogocomunismo come stile di vita

Quando devi fare pulizia del tuo passato la devi fare nel vero senso della parola. Così, per fare un po’ di posto al futuro, stavo rovistando tra vecchi quaderni e vecchi fogli per decidere cosa tenere (poco) e cosa gettare (tantissimo). Mi sono ricapitati tra le mani dei fogli che non ricordavo nemmeno di avere. Si tratta di alcune tavole che avevo preparato per un progetto di sito internet che avrebbe dovuto chiamarsi LuogoComune o qualcosa del genere: una specie di contenitore di paraculate e ironie a buon mercato. Ovviamente non se ne fece nulla. Va detto che all’epoca coltivavo ancora il sogno di poter fare il fumettista, almeno per hobby. Oggi non coltivo più nulla. E se dovessi tornare a farlo, coltiverei un po’ di canapa ché almeno così qualcosa guadagnerei. Ma non ho il pollice verde e quindi sarà per un’altra vita. Continua a leggere